Sharingallery

Enrique Avila, l'arte pubblica come propaganda

Il muralismo messicano è oramai leggenda. Icone, immagini comprensibili, connotazioni politiche e populiste si sono tradotte nel corso del XX secolo in un linguaggio lontano dagli intenti iconografici di Rivera, Orozco e compagni. Ma sempre più strumento di propaganda e coesione nazionale. Dal Messico questa realtà si è spostata a Cuba, soprattutto grazie a Enrique Avila.

Enrique Avila, El Che

Nel 1993 nella plaza de la Revolucion l’artista cubano dà forma al ritratto gigante in ferro di Ernesto Che Guevara. Stilizzazione della celebre fotografia scattata da Alberto Korda nel 1960 (la storia della fotografia ospita anche con un certo ruolo Giangiacomo Feltrinelli), accompagnato dalla celebre locuzione hasta la victoria, siempre.

Enrique Avila, Camilo Cienfuegos

Sedici anni dopo, nel 2009, la facciata del secondo palazzo ministeriale prospiciente la piazza viene modificata perché possa ospitare il ritratto di Camilo Cienfuegos, l’altro eroe della rivoluzione, morto nel 1959. Anche questo, ovviamente, opera di Enrique Avila.
Nonostante il tempo trascorso non sia eccessivo, l’operazione è vicinissima a un anacronismo narrativo, che piega l’immagine ai fini della narrazione: visto il grande successo che l’icona del Che ha avuto a livello mondiale, perché non riproporre l’immagine dell’altro grande esponente dei barbudos con la stessa monumentalità e con il medesimo stile narrativo?
Nasce così Vas bien, Fidel, un ritratto di quaranta metri posto di fronte al Palazzo delle Comunicazioni, anch’esso accompagnato dall’espressione che l’agiografia rivoluzionaria su Cienfuegos ha consegnato ai posteri.

Il 25 novembre 2016 Fidel Castro ha lasciato questo mondo. Il compimento della trilogia non è lontano: con ogni probabilità l’icona sta già prendendo forma. Potendo scommettere sulla locuzione ai piedi del ritratto, non esiste nulla di più adatto di “Mai, senza lotta, si potrà avere la libertà”. Parole di Fidel dedicate a Che Guevara.

Immagine
Scultura di Plaza de la Revolucion, Havana, courtesy Enrique Avila
http://enriqueavilacuba.com/

©2017 CULT S.r.l.s.| CONDIZIONI DI UTILIZZO COOKIE PRIVACY POLICY CONDIZIONI DI VENDITA